Oggi si celebra la giornata dei Diritti dei Bambini.

Di tutti gli articoli il 12 è quello che proviamo, con le nostre attività, dentro i nostri laboratori a mettere in pratica: l’ASCOLTO.

Tenere in considerazione l’opinione dei minori, farli sentire parte die processi decisionali.

Ogni giorno, anche mentre costruiamo la nostra azienda, non dimentichiamo che questo diritto dei bambini ci guida.

COSA FA TINKIDOO per il FUTURO DEI BAMBINI?

Alleniamo i bambini di oggi al futuro, rendiamo democratica la conoscenza delle nuove competenze favorendo l’accesso a percorsi formativi innovativi, nuove competenze digitali e un diverso approccio alla tecnologia.

Vogliamo raccontarvi cosa proviamo a fare ogni piccolo giorno, allenando gli adulti del futuro ed assecondando anche con una didattica personalizzata, il loro sapere creativo.

Sempre più spesso, incontrando molti genitori e molti educatori, ci confrontiamo con la preoccupazione che i bambini, oggi, siano un mondo molto complesso e problematico. E questo perché nel passaggio generazionale anche il loro fattore primario di socializzazione (cioè la famiglia) si è evoluto, cambiando radicalmente il proprio mindset.

Spesso per questi bambini anche il mondo della scuola perde ogni punto di riferimento.

 

In realtà è il mindset ad essere cambiato, sono loro che spesso nei luoghi di socializzazione (come la scuola, ma non solo) non ritrovano elementi di identità. Perché gli spazi sono troppo diversi da quelli a cui sono abituati. O forse solo perché i linguaggi sono differenti.

Questi bambini sono creative thinkers, non hanno problemi ma solo un’esigenza dominante di essere ciò che sono e di qualcuno che ascolti la loro creatività. I Creative thinkers hanno bisogno di farsi domande e noi educatori dobbiamo essere pronti a stimolarle e indicare loro la strada per la risposta.

(Robinson, 2009, p. 4). – See more at

 

E laddove i bambini non sono Creative Thinkers, deve essere proprio quello il nostro obiettivo. Il coding, la robotica, la computer grafica, l’elettronica e le scienze attivano un processo cognitivo di questo tipo

Curiosità- Esperimento- Risposta- Validazione.

Questo processo, creativo, è alla base del pensiero critico e farà crescere adulti responsabili, consapevoli, artigiani digitali.

Pensateci, cosa c’è di diverso da un natural born calciatore? (o qualunque altro sport?)

Un nuovo rapporto con la tecnologia, l’approccio dell’imparare facendo, grazie al gioco, alla manualità, a nuovi strumenti e piattaforme è per loro allenamento alla necessità di trovare risposte alle domande.

La loro curiosità è il loro talento più grande.

Ascoltiamolo ed alleniamolo.