Articolo tradotto. Fonte: World Economic Forum

Questo articolo è parte del World Economic Forum Annual Meeting

Per i bambini il vero gioco è la libertà di entrare in contatto col mondo che li circonda e di imparare da esso. Connettendo mentalmente e fisicamente i bambini al mondo, il gioco consente loro di creare e crescere per il resto della loro vita. E’ un diritto fondamentale di tutti i bambini.

La ricerca mostra che il gioco è essenziale per lo sviluppo del bambino, fornendogli  abilità necessarie ad affrontare l’umanità del futuro, come l’intelligenza emotiva, la creatività e la capacità di trovare soluzioni. Essere un supereroe significa essere una guida; invitare un orsacchiotto di peluche per il tè vuol dire organizzare; costruire una fortezza è innovare: giocare è imparare.

Noi, Unilever through its Dirt is Good brands, insieme a OMO e Persil, la fondazione LEGO e il gruppo IKEA, i membri fondatori della Real Play Coalition in partnership con National Geographic, siamo impegnati a creare un movimento che riconosca l’importanza del gioco non solo come mezzo per permettere ai bambini di essere bambini, ma anche per accenderne la scintilla dello sviluppo e dell’apprendimento.
Collaborando con bambini, genitori, insegnanti, aziende, organizzazioni non governative,  stakeholders e società, la nostra Real Play Coalition legittimerà e favorirà le opportunità per i bambini di crescere e apprendere attraverso il gioco.

Simili opportunità dovrebbero essere garantite sempre e dovunque ai bambini. Ma milioni di giovani in tutto il mondo non hanno spazi sicuri nei quali poter sperimentare un gioco esplorativo e pratico. Anzi, il 78% dei genitori afferma che nella sua infanzia il mondo era più sicuro. E’ fondamentale che non si perda la libertà di giocare in sicurezza. I bambini che hanno la possibilità di giocare in un ambiente sicuro e di supporto sviluppano capacità di comunicazione diretta, di lavoro di squadra e di negoziazione, che consentono loro di adeguarsi meglio alle sfide della vita.

Sono sempre più numerosi i bambini che si vedono invece privati della possibilità di giocare, che diventa meno importante rispetto alle pressioni ed alle distrazioni di un mondo governato da eventi programmati, punteggi ai test e dalla tecnologia. Purtroppo, la nostra convinzione nell’importanza fondamentale del gioco, sia fuori che dentro le scuole, non è condivisa da quanti vorremmo lo facessero. Gli studi hanno dimostrato che, negli ultimi 30 anni, il tempo che i bambini dedicano al gioco a scuola è rapidamente diminuito. In alcuni paesi, ben due bambini su tre lamentano che i loro genitori organizzano per loro troppe attività al di fuori della scuola, e quasi la metà dei genitori (il 49%) incontra difficoltà a trovare del tempo per giocare con i figli.

Finché il nostro mondo in costante cambiamento continuerà ad ostacolare il gioco, la possibilità dei bambini di sviluppare abilità essenziali per il loro futuro  – e per quello della nostra società nel suo insieme – sarà compromessa. Se il 56% dei bambini continua a passare meno tempo all’aperto dei detenuti delle carceri di massima sicurezza degli Stati Uniti, la ricerca dei nostri futuri leader, creatori ed esploratori diventerà più ardua.

I rapidi cambiamenti del nostro mondo, che includono lo sviluppo di tecnologie di apprendimento automatico e di intelligenza artificiale, fanno sì che i bambini che cominciano oggi la scuola primaria svolgeranno  lavori che ancora non esistono. Questo significa che dobbiamo rielaborare e sviluppare i nostri sistemi educativi, i programmi di formazione sul campo e i processi di valutazione affinché i bambini di domani siano pronti a ciò che il futuro ha in serbo per loro. L’importanza delle abilità che il gioco è capace di promuovere, di fronte al nostro mondo che cambia, non è mai stata così grande. Quando giocano, i bambini esercitano, ad esempio, l’originalità di pensiero, che è uno dei principali processi cognitivi della creatività. I giochi di costruzione della prima infanzia sono legati allo sviluppo di capacità di visualizzazione dello spazio, che saranno poi strettamente connesse alle capacità matematiche e di soluzione dei problemi dell’età adulta.

Quanto più i nostri bambini giocano oggi, tanto più preparate saranno le generazioni future. Abbiamo bisogno del gioco per avere leader che sappiano risolvere conflitti e problemi, costruire comunità socialmente connesse, e stimolare la società a prosperare. Noi siamo convinti che tutti i bambini, ovunque si trovino nel mondo, possano essere simili leader. Unisciti a noi per proteggere il loro vero gioco.