Cosa sono ed A cosa servono gli smart toys?

Gli smart toys sono giocattoli educativi connessi che hanno come obiettivo quello di trasformare il rapporto tra i bambini e la tecnologia, insegnando loro cosa c’è dietro la tecnologia che ogni giorno utilizzano.

Imparare a programmare attraverso l’utilizzo dei giocattoli come tools, consente ai bambini di

1. Allenare il Pensiero logico matematico

procedere per step, come accade quando devono scrivere algoritmi.

2. Raggiungere un obiettivo

Ciascuna sessione di gioco o di allenamento al pensiero computazionale è strutturata in un progetto. Il progetto è l’obiettivo da portare a compimento.

3.  Collaborare

La metodologia Tinkidoo (che definiamo smart toys education e Montessori 4.0) utilizza 4 smart toys al massimo in condivisione. Questo sposta il focus dei bambini dallo strumento all’apprendimento e li allena alla collaborazione sul progetto.

4. Learning by playing

Il gioco è il momento di apprendimento più alto per i bambini perché tengono abbassate tutte le difese. Sono liberi ed attenti.

5. Peer education

Chiedi a tre e poi chiedi a me 🙂 i nostri Mentor // Trainer certificati sono solo mediatori di apprendimento. Ma l’esperienza più importante i bambini la fanno condividendo tra loro ciò che imparano. E chiedendo aiuto ai propri compagni.

Se ci seguite su www.tinkidoo.it vi raccontiamo anche tutti gli altri segreti del Metodo e dell’apprendimento attraverso gli smart toys.

Sono prodotti che aumentano di circa il 40% l’apprendimento di

– Coding
– Pensiero computazionale

– Problem solving

Tutte skills fondamentali per affrontare il mondo del lavoro da qui a pochi anni.

Che lavoro faranno, infatti, i bambini che oggi hanno circa 4 anni?
Non possiamo descriverlo, ma di certo presupporrà la conoscenza esperta delle competenze digitali. Vivranno immersi in un sistema complesso e dovranno essere abituati a dialogare con sistemi esperti per lavorare, ma anche solo per relazionarsi.

Gli smart toys li aiutano restituendo loro anche la manualità che, spesso, il digitale ci sottrae.

Ed aumentano l’engagement dell’esperienza e quindi l’impatto sull’apprendimento.

Qui un esempio dei 3 prodotti più utilizzati nei nostri laboratori approvati dal nostro TEAM DI EDUCATORI.

1.mBot

E’ un kit di robotica educativa attraverso cui i bambini possono programmare autonomamente. Può essere utilizzato tramite bluetooth e programmato mediante mBlock, una piattaforma on-line. Facile da usare, permette di costruire le idee e trasformarle in realtà!

 

 

2. Ozobot

è un robot in grado di muoversi su superfici fisiche e digitali seguendo percorsi colorati. Dalle dimensioni davvero piccolissime, circa 2.5 cm, riesce a riconoscere oltre 1000 istruzioni diverse!

3. DOC di Clementoni

 

Un simpatico robot come strumento di tangible coding.

Adatto ai bambini anche dai 4 ai 7 anni, è un ottimo mediatore di apprendimento anche a livelli di complessità crescente.

Un ottimo esempio di come semplificare un concetto astratto e complesso per i bambini più piccoli: quello degli algoritmi.

Abbiamo sperimentato DOC in tantissimi laboratori

Ti piacerebbe sapere tutto su questo approccio?

Siamo online con il nuovo corso